magazine

Magazine

FUGHE EPOSSIDICHE ANTI BATTERICHE - FUGHE EPOSSIDICHE ANTI BATTERICHE

La stuccatura di fughe tra piastrelle ceramiche e mosaici.

La stuccatura di fughe tra piastrelle ceramiche e mosaici.

Loconsole per i lavori di stuccatura di pavimenti e rivestimenti in ceramica o realizzazione fughe tra piastrelle in gres porcellanato utilizza solo prodotti di qualità come MAPEI KERAPOKY.
Riempitivo epossidico bicomponente antiacido di facile applicazione ed ottima pulibilità, batteriostatico con tecnologia BioBlock®, ideale per la stuccatura di fughe tra piastrelle ceramiche e mosaici. Utilizzabile anche come adesivo.

CLASSIFICAZIONE SECONDO EN 13888 Kerapoxy CQ è una malta reattiva (R) per fughe (G) di classe RG. Kerapoxy CQ è certificato dall’Università di Modena (Italia) secondo la norma ISO 22196:2007 come stuccatura protetta dalla formazione e proliferazione di microorganismi. CLASSIFICAZIONE SECONDO EN 12004 Kerapoxy CQ è un adesivo reattivo (R) migliorato (2) di classe R2. CAMPI DI APPLICAZIONE Stuccatura, all’interno e all’esterno, di pavimenti e rivestimenti in ceramica, materiale lapideo e mosaico vetroso; particolarmente indicato per la stuccatura di superfici estese ove sia richiesta una maggiore facilità di applicazione e di pulibilità. Kerapoxy CQ permette di realizzare pavimenti, pareti, tavoli da lavoro, ecc. conformi al sistema HACCP ed ai requisiti del Regolamento CE n. 852/2004, sull’igiene dei prodotti alimentari. Adatto anche per l’incollaggio antiacido a presa rapida di piastrelle ceramiche, materiale lapideo, fibrocemento, calcestruzzo e altri materiali da costruzione su tutti gli abituali supporti utilizzati in edilizia. Alcuni esempi di applicazione • Stuccatura di materiali con superficie irregolare dove l’utilizzo di malte epossidiche tradizionali genera difficoltà di applicazione e pulizia. • Stuccatura di pavimenti e di rivestimenti in industrie alimentari (centrali del latte, caseifici, macelli, birrerie, cantine vinicole, fabbriche di conserve, ecc.), negozi e ambienti dove è richiesta un’elevata igienicità (gelaterie, macellerie, pescherie, ecc.). • Stuccatura di piastrelle antibatteriche. • Stuccatura di superfici dove sia richiesta un’elevata protezione dalla formazione e proliferazione di microorganismi. • Stuccatura di piastrelle in banchi di laboratorio, piani di lavoro di cucine, ecc. • Stuccatura di pavimenti e rivestimenti industriali (industrie galvaniche, concerie, sale accumulatori, cartiere, ecc.), dove è richiesta elevata resistenza meccanica e agli attacchi degli acidi. • Stuccatura di piscine; particolarmente indicato per vasche contenenti acque termali o salmastre. • Stuccatura di pavimenti e rivestimenti in cabine vapore, bagni turchi. • Incollaggio antiacido di piastrelle (impiegato come adesivo soddisfa i requisiti della classe R2 secondo la norma EN 12004). • Incollaggio di soglie e davanzali in marmo. • Incollaggio di piastrelle in piscine in vetroresina. • Incollaggio di pezzi speciali di piastrelle. Kerapoxy CQ può essere utilizzato anche per la stuccatura di klinker non smaltato, materiali lapidei, grès porcellanato levigato o con colore in contrasto. Effettuare comunque prove preliminari di applicazione e pulizia prima di estenderne l’applicazione ad ampie superfici.

Kerapoxy CQ è batteriostatico, previene la proliferazione di batteri e la formazione di muffe sulla superficie delle fughe, rendendo igieniche e sane le superfici piastrellate, grazie all’innovativa tecnologia BioBlock® frutto della ricerca MAPEI. È un prodotto a bassissima emissione di sostanze organiche volatili classificato Emicode EC1 R Plus dal GEV per quanto riguarda l’uso come stuccatura. Opportunamente applicato, consente di ottenere stuccature con le seguenti caratteristiche: • ottima resistenza meccanica e chimica e quindi ottima durabilità; • superficie finale liscia e compatta, non assorbente e facilmente pulibile; assicura un’elevata igienicità e impedisce la formazione di funghi e muffe; • elevata durezza, ottima resistenza al traffico pesante; • esente da ritiri e quindi da crepe e fessurazioni; • colori uniformi, resistenti agli agenti atmosferici; • ottima lavorabilità, altamente migliorata rispetto alle abituali malte epossidiche grazie alla sua consistenza più cremosa che garantisce una riduzione dei tempi di applicazione e una maggiore pulibilità delle superfici con una minore perdita di prodotto e una più facile finitura.

Se vuoi maggiori informazioni, scrivici


Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.